VENEZIA: NEL 2011, INVARIANTI I GIORNI DI SUPERAMENTO DI PM10

created; $time = date('h:i', $timestamp); $day_month = date('d/m', $timestamp); $year = date('Y', $timestamp); $html = '
'; $html .= ''. $time . ''; $html .= '' . $day_month . ''; $html .= '' . $year . ''; $html .= '
'; print $html; ?>
Verona, Milano, Trieste, Roma e Torino hanno fatto registrare incrementi che vanno dai 27 ai 60 giorni in più

Resta invariato a 105 a Venezia, il numero di giorni sforati del valore limite del Pm10 (50 grammi al metrocubo). Lo rivela l’Istat prendendo in esame i valori del 2011. A livello generale, rispetto al 2010, sono aumentate da 44,6 a 54,4 le volte in cui la qualità dell’aria è stata peggiore, fissati in 35. La crescita riguarda i capoluoghi del Nord (da 55,8 a 75,2), mentre risultano stabili i valori dei capoluoghi del Centro (circa 43 giorni) e del Mezzogiorno (circa 35 giorni). Nel 2011, i giorni di superamento dei limiti del Pm10, si sono alzati anche in quasi tutti grandi comuni, a eccezione di Venezia, appunto, ma anche Catania, Bari, Firenze e Napoli. In particolare, Verona, Milano, Trieste, Roma e Torino hanno fatto registrare incrementi che vanno dai 27 ai 60 giorni in più di superamento dei limiti durante l’anno. Le uniche grandi città che rimangono al di sotto delle 35 giornate, sono Genova, Catania e Bari. http://www.istat.it/it/archivio/67990