RICETTA DELL’EUROPA: COME SALVARE IL SUOLO

created; $time = date('h:i', $timestamp); $day_month = date('d/m', $timestamp); $year = date('Y', $timestamp); $html = '
'; $html .= ''. $time . ''; $html .= '' . $day_month . ''; $html .= '' . $year . ''; $html .= '
'; print $html; ?>
Ogni anno 1000 chilometri quadrati finisce per essere impermeabilizzata

Ogni anno, in Europa, si usano 1000 chilometri quadrati per attività umane e una gran parte di questa finisce per essere impermeabilizzata. E questo è una delle cause principali del degrado del suolo, andando a incidere sui terreni agricoli fertili, mettendo a rischio la biodiversità, aumentando quello d’inondazioni e di rarefazione delle risorse idriche e contribuendo al riscaldamento climatico. Così Commissione europea ha dato le nuove strade per correre ai ripari. Da Bruxelles si raccomanda una pianificazione territoriale più intelligente, l’uso di materiali più permeabili e una riduzione dell’espansione urbana. Inoltre si deve puntare alla riqualificazione delle aree industriali dismesse, prevedendo l’impiego di materiali permeabili anziché il cemento o l’asfalto, dando sostegno alle infrastrutture verdi e all’utilizzo, più diffuso, dei sistemi di recupero delle acque naturali. Anche la riduzione dei costi di urbanizzazione nei bilanci comunali, a detta della Commissione europea, può favorire la pianificazione a lungo termine. /www.agrinotizie.com