Assessorato alle Politiche Ambientali - Educazione Ambientale

Bosco delle Lame di Concordia Sagittaria: una zona umida realizzata dalla Provincia con 50 mila euro

created; $time = date('h:i', $timestamp); $day_month = date('d/m', $timestamp); $year = date('Y', $timestamp); $html = '
'; $html .= ''. $time . ''; $html .= '' . $day_month . ''; $html .= '' . $year . ''; $html .= '
'; print $html; ?>

Mercoledì 3 settembre 2012 a Ca’ Corner, sede della Provincia di Venezia, si è svolta la terza commissione consiliare per discutere di “Rete ecologica della Provincia di Venezia. Esiti del sopralluogo al Bosco della Lame di Concordia Sagittaria e introduzione al sopralluogo alle foce del Tagliamento del giorno 14 settembre”, convocata dal presidente Michael Valerio.
Hanno partecipato ai lavori anche l’assessore provinciale ai Parchi, boschi e riserve  Giuseppe Canali e il funzionario provinciale Andrea Ballin che ha illustrato le caratteristiche principali dei siti.
ll Bosco delle Lame di Concordia Sagittaria, realizzato dal comune e situato su un territorio in origine paludoso e poi bonificato, è riconosciuto nel PTCP (il piano territoriale di coordinamento provinciale) come corridoio ecologico ed elemento di collegamento con la valle Zignago. La zone umida di 8 ettari circa, inaugurata a marzo di quest’anno, è stata realizzata dalla Provincia di Venezia in collaborazione con il comune, il locale Consorzio di bonifica e l’Ambito territoriale di caccia. L’intervento è stato finanziato dalla Provincia di Venezia con 50 mila euro. La foce del Tagliamento e le Lame del Revelino, oggetto del prossimo sopralluogo, si trovano invece a Bibione pineta e sono siti ambientali di valenza nazionale e comunitario, per la biodiversità della flora e della fauna, ed inseristi nella Rete ecologica provinciale e nel PTCP.
L’assessore provinciale Canali: «Continua l’azione della Provincia di Venezia per far conoscere e soprattutto tutelare queste realtà ambientali uniche. Il Bosco della Lame di Concordia pur piccolo nella dimensione territoriale, è senza dubbio un intervento importante per la sua qualità ambientale e naturalistica, per il contesto in cui si inserisce, e costituisce un sito adatto al ripopolamento della fauna locale ed idoneo alla diffusione della flora tipica della zona».