DALLA VECCHIA INCONTRA LUCA ZEVI, CURATORE DEL PADIGLIONE ITALIA ALL’INTERNO DELLA BIENNALE

created; $time = date('h:i', $timestamp); $day_month = date('d/m', $timestamp); $year = date('Y', $timestamp); $html = '
'; $html .= ''. $time . ''; $html .= '' . $day_month . ''; $html .= '' . $year . ''; $html .= '
'; print $html; ?>
La Provincia accoglie l’ipotesi di installare la “Casa Sensoriale – Domotica”

L’assessore all’Ambiente della Provincia, Paolo Dalla Vecchia, ha incontrato Luca Zevi (nella foto), architetto di fama internazionale e curatore del padiglione Italia nell’ambito della Biennale di Architettura a Venezia. Nel corso della riunione è stata accolta con disponibilità, l’ipotesi di installare la “Casa Sensoriale – Domotica”, un progetto a cura di Lucilla Del Santo, che riassume temi strategici per il Veneziano, di valenza culturale, ambientale ed architettonica, all’interno delle iniziative del Padiglione Italia della Biennale.

La “Casa Sensoriale Domotica” vuole dunque rappresentare un nuovo modello di abitazione che, nel rispetto dell’ambiente, tiene conto dei più moderni concetti di ingegneria domotica, nel senso del risparmio energetico e ausilio per la quotidianità, versatilità progettuale, attrattività estetica, e bassi costi di gestione e realizzazione. Inoltre vuole essere uno spazio espositivo coinvolgente, che esplori e metta in mostra i nuovi linguaggi estetici dei complementi d’arredo e del design sostenibile alternativi ai consueti oggetti di consumo. «Con il Patto dei sindaci – spiega Dalla Vecchia – le città e i cittadini sono coinvolti nello sviluppo della politica energetica dell’Unione europea. L’impegno da rispettare è la riduzione delle emissioni di gas serra nocivi del 20% entro il 2020, come previsto dalla strategia 20-20-20 dell’Unione europea. Il Patto dei sindaci per l’energia rappresenta anche un’occasione di crescita per l’economia locale, favorendo la creazione di nuovi posti di lavoro ed agendo da traino per lo sviluppo della Green Economy sul proprio territorio. Le nuove politiche energetiche devono essere sostenute da un adeguato movimento culturale volto a far crescere la consapevolezza dei limiti dell’era moderna ed allo stesso tempo delle sue potenzialità di rinnovamento. La Provincia di Venezia agisce come struttura di coordinamento per potenziare il messaggio e aumentare la diffusione e l’effetto delle nuove politiche energetiche, diffondendo concetti valori e buone pratiche alla base del Patto dei Sindaci, nei Comuni del proprio territorio. Il progetto della Casa Sensoriale si propone come un nuovo modo per dare agli spazio ai temi della sostenibilità ambientale e sottolineare quanto emerso nel rapporto GreenItaly 2011, l’importanza che le imprese italiane credano nelle potenzialità offerte da scelte ecosostenibili. L’avvio di questa collaborazione amplifica la valenza degli obiettivi che la Provincia ha deciso di perseguire». http://www.provincia.venezia.it