Frequently Asked Questions

No, possono aderire anche gruppi di cittadini, associazioni, centri estivi, Università della terza età.
Sono inoltre a disposizione materiali illustrativi per interessanti itinerari alla scoperta del patrimonio ambientale veneziano

E’ possibile prenotare più di un’attività per la stessa classe, anche presso associazioni diverse

No, le classi devono provvedere autonomamente al servizio di trasporto fino alla sede concordata per le attività.

Le domande vengono accettare in ordine di arrivo delle prenotazioni. Se i pacchetti gratuiti sono esauriti le possibilità sono diverse (previ accordi con l’Associazione):

  • svolgere comunque l’attività durante l’anno scolastico in corso, a pagamento
  • restare in lista d’attesa per l’anno scolastico successivo, nel caso in cui finanziamenti vengano rinnovati.

Normalmente le richieste ricevute dall’ufficio Educazione Ambientale vengono inoltrate il giorno stesso alle Associazioni che gestiscono le attività. Le Associazioni sono tenute a contattare in ogni caso la scuola che ne ha fatto richiesta, anche in caso di esaurimento dei pacchetti. Se entro tempi ragionevoli (normalmente 2-3 settimane) dall’invio della richiesta non si riceve risposta chiamare direttamente l’Associazione che svolgerà l’attività (i riferimenti sono disponibili nel sito internet). In caso di problemi, contattare l’ufficio Educazione Ambientale della Provincia.

E' possibile compilare direttamente il form disponibile nel sito oppure stampare il pdf e inviare il modulo via fax direttamente ai nostri uffici.

Sanzioni (9)

Ai sensi dell'art.18 della legge 689 del 24 novembre 1981 gli interessati possono far pervenitìre alla provincia scitti difensivi , documenti e richieste di audizione personale.

Categoria: 

Le memorie difensive, le allegazioni documentali e le richieste di audizione devono pervenire alla Provincia entro il termine di trenta giorni alla contestazione o notificazione dell’illecito amministrativo

Categoria: 

Con bonifico bancario presso Unicredit Banca spa – Agenzia Mercerie dell’Orologio San Marco 191 – 30124 Venezia IBAN: IT69T0200802017000101755752.
In alternativa posso effettuare un versamento nel conto corrente postale N. 16162307 intestato a Provincia di Venezia – Settore Ambiente- Sanzioni
Nella causale del pagamento è importante citare il numero di protocollo dell’ ingiunzione e l’anno o il numero di pratica e l’anno.

 

Categoria: 

Ai sensi dell’art. 26 della legge n. 689/1981 qualora l’interessato si trovi in condizioni economiche disagiate può chiedere di rateizzare la sanzione amministrativa pecuniaria.

Categoria: 

La richiesta di rateizzazione, compilata sul modulo presente sul sito web del Servizio Politiche Ambientali della Provincia di Venezia, va corredata da una marca da bollo di € 14,62 e dalla fotocopia della carta d’identità.

Categoria: 

La richiesta di rateizzazione deve essere spedita o consegnata a mani all’Ufficio Protocollo della Provincia in via Forte Marghera 191 – 30173 Venezia Mestre.

L’ufficio è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e di pomeriggio il martedì e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.15.

Attualmente il modulo non può essere ancora essere inviato a mezzo mail o fax, perché l’istanza va presentata in bollo.

Categoria: 

Devo attendere che la Provincia invii direttamente a casa l’accoglimento dell’istanza di rateizzazione e la comunicazione delle modalità di pagamento con il piano di rateizzazione.

Categoria: 

Devo attendere che la Provincia invii direttamente a casa l’accoglimento dell’istanza di rateizzazione e la comunicazione delle modalità di pagamento con il piano di rateizzazione.

Categoria: 

Le rate sono mensili. La prima rata si pagare a partire dal primo giorno del mese successivo al ricevimento della comunicazione di avvenuto accoglimento della richiesta di pagamento rateale.

Categoria: 

MESTRE – Via Paruta, 34
tel 041-971388 – fax 041-2394033 - Numero Verde 800 756 756
e-mail: impiantitermici.mestre@itagasambiente.it
orario di apertura: dal lunedì al venerdì  8:30–12:30; 15:00–19:00

SAN DONA' DI PIAVE - Via Carbonera, 6
tel 0421-480362 - fax 0421-224170 - Numero Verde 800 756 756
e-mail: impiantitermici.sdpiave@itagasambiente.it
orario di apertura: dal lunedì al venerdì  8:30–12:30; 15:00–19:00

Per l’acquisto dei bollini è inoltre possibile rivolgersi agli Uffici Relazioni con il Pubblico della Provincia di Venezia:

Mestre – Centro Servizi – Via Forte Marghera, 191 – 30173 Mestre
Tel. 041.2501259-61-62
e-mail: urp.mestre@provincia.venezia.it

Venezia – Ca’ Corner - San Marco, 2662 - 30124 Venezia
Tel. 041.2501556-65
e-mail: urp.venezia@provincia.venezia.it

Cavarzere – Via Dante Alighieri,32 – 30014 Cavarzere

Tel. 0426.318485

e-mail: urp.cavarzere@provincia.venezia.it

Dolo – Via Foscarina, 10 – 30031 Dolo
Tel. 041.415945
e-mail: urp.dolo@provincia.venezia.it

Mirano –  Viale delle Rimembranze, 5 – 30035 Mirano
Tel. 041.2501429 Fax 041/2501430
e-mail: urp.mirano@provincia.venezia.it

Portogruaro – Via Cimetta, 1 – 30026 Portogruaro
Tel. 041/2501431/33 Fax041 2501434
e-mail: urp.portogruaro@provincia.venezia.it

San Donà di Piave – Via Calnova, 126 – 30027 San Donà di Piave
Tel. 0421.479795
e-mail: urp.sandona@provincia.venezia.it

Il pagamento per l’acquisto dei Bollini può essere effettuato tramite versamento sul CCP n. 19177302 intestato a Provincia di Venezia causale "Bollino Verde" oppure con bonifico bancario presso UNICREDIT S.P.A. - Filiale di Venezia, Mercerie dell’Orologio, 191 - intestato a Provincia di Venezia Servizio di Tesoreria - IBAN IT69T0200802017000101755752

NOTA BENE: qualora il bonifico sia effettuato con procedura on line è necessario comunicare anche il CRO (Codice Riferimento Operazione)

Categoria: 

Il manutentore convenzionato è un tecnico che ha firmato un disciplinare in accordo con gli Enti preposti ai controlli sugli impianti, ed appartiene ad un elenco reperibile sul sito della provincia di Venezia.

Rivolgersi ad un manutentore convenzionato perché:

  • è un modo sicuro per avere l’applicazione del Bollino ed aderire quindi all’autodichiarazione;
  • provvederà ad assolvere a tutte le formalità necessarie per la compilazione e trasmissione del Rapporto di Controllo Tecnico e della scheda identificativa dell’impianto all’Ente controllore;
  • Il manutentore convenzionato è tenuto a operare con la massima trasparenza nei confronti degli utenti, specificando nella fattura che rilascerà al cliente il dettaglio delle operazioni eseguite e dei costi  sostenuti.
Categoria: 

Il Bollino deve essere rinnovato con le scadenze previste dal d.lgs. 192/2005 e s.m.i. come di seguito evidenziato:

  • ogni anno per impianti alimentati a combustibile liquido o solido;
  • ogni due anni per gli impianti alimentati a gas dotati di generatore di calore con un’anzianità di installazione superiore a otto anni e per gli impianti dotati di generatore di calore ad acqua calda a focolare aperto (tipo B) installati all’interno di locali abitati;
  • ogni quattro anni per gli impianti alimentati a gas di tipo C o di tipo B installati all’esterno di locali abitati con un’anzianità di installazione inferiore a otto anni.
Categoria: 

Il Bollino non è obbligatorio ma consente all’utente di non dover pagare le spese delle  ispezioni a campione sugli impianti termici che l’ente è tenuto a fare.

Categoria: 

Il Bollino Verde è un etichetta adesiva che può essere applicata al Rapporto di Controllo Tecnico ogni qualvolta venga eseguito il controllo del rendimento energetico della caldaia (cd prova fumi). L’applicazione del Bollino attesta che l’impianto funziona correttamente.

Categoria: